La nostra storia

Il nonno dell’attuale proprietario dell’albergo Soreghina comperò dalla famiglia Valentini il mulino dove oggi sorge l’albergo.
Il mulino venne comperato dal Signor Mazzel Luigi nella prma meta del ‘900, che lo trasformò nel albergo Soreghina, all’epoca con poche stanze. Proseguì la moglie Donei Teresa, rimasta vedova con i suoi 4 figli: Flavio, Renzo, Livio e Renato. Tutti e quattro i figli si dettero da fare, chi in cucina, chi alla reception, e Renzo nel locale notturno molto in voga in quegli anni chamato Tabù, che si trovava sotto l’albergo.
Preso poi in gestione da Mazzel Renzo con la moglie Psenner Matilde, venne ristrutturato nel 1980 con l’aiuto delle figlie Patrizia e Barbara. Oggi (2012) viene gestito da Mazzel Barbara, da Salvatore (cuoco dell’abergo) e non meno importante dalla madre Matilde, che dà il Suo tocco speciale all’albergo. Sperando in un futuro con i figli Federico e Valeria.